QUESTION & ANSWER

Invia le tue domande a Radiale.it. Troveranno sicuramente una risposta grazie agli esperti che collaborano con la Redazione.

A rispondere saranno:

- Il Dott. Orazio Valsecchi, responsabile USC Cardiologia 2 Diagnostica Interventistica presso A.O. Papa Giovanni XXIII di Bergamo.
Orazio Valsecchi si interessa di Diagnostica e Interventistica Cardiovascolare dal 1980 con esperienza di Cardiopatie congenite, strutturali e degenerative dell’adulto, cardiopatia ischemica. Da 10 anni ha scoperto l’approccio radiale per la diagnostica e interventistica cardiovascolare e ne ha fatto uno “stile procedurale”. Ha eseguito oltre 6000 procedure transradiali di cui oltre 600 angioplastiche primarie nell’infarto acuto.

- La Dott.ssa Rosa Miccoli, Tutor Corso di Laurea in Infermieristica, Università degli studi di Modena e Reggio Emilia.

Poni la tua domanda cliccando qui

ULTIME DOMANDE INSERITE

Scegli la categoria:

Quali suggerimenti dare circa il ritorno alle normali adl del paziente sottoposto a ptca e stent per via femorale?

In previsione di una procedura elettiva in un paziente in TAO è meglio sospendere il warfarin con switch a LMWH ed eseguire la procedura solo se INR <2 oppure può essere accettabile la strategia da taluni proposta di mantenere la TAO con INR 2-2,5?

Qual'è l'incidenza della trombosi radiale e quali possono essere le probabili cause prevedibili? Nelle donne è più frequente?

Nella vostra esperienza, dopo quante ore viene rimosso il sistema TR-Band e qual'è la tempistica di sgonfiaggio?

Generalmente si somministra eparina non frazionata per ogni accesso radiale, anche solo per la diagnostica. Qual'è la vostra esperienza, invece, nei pazienti con SCA già trattati con enoxaparina che vanno incontro a PCI? Somministrate comunque UHF?

Vedi la lista completa