EDITORIALE

Le riflessioni del Coordinatore Scientifico

RADIAL AND TOP NEWS

Si è concluso il Tri Nations 2016 che, replicando il successo delle edizioni precedenti, ha visto la partecipazione di numerosi cardiologi interventisti e infermieri professionali attivi nelle Emodinamiche italiane.
Il Dott....

Scopo dello studio: si intende valutare la fattibilità di una tecnica di sgonfiaggio rapido (RDT) dopo un cateterismo per via radiale al fine di ottenere una patent haemostasis e di valutare se questo puo ridurre l’occlusione della...

Background: L’accesso radiale per la coronarografia è associato ad una minore incidenza di complicanze a livello del sito di accesso e di sanguinamenti. Tuttavia, i pazienti anziani hanno un’anatomia vascolare più...

Obiettivi: valutare se i benefici dell’accesso transradiale (RA) siano controbilanciati da un incremento di complicanze vascolari (VASC) nella popolazione sottoposta ad accesso transfemorale (FA).
Background: il recente...

Obiettivo: valutare gli effetti dell’uso del cangrelor in rapporto al tipo di accesso vascolare (femorale vs radiale) nell’angioplastica coronarica PCI.
Metodi e risultati: 11145 pazienti sono stati randomizzati (in doppio...

BACKGROUND: l’FFR stimata utilizzando l’angioTAC coronarica può migliorare la valutazione dei pazienti con dolore toracico.
OBIETTIVI: gli autori hanno indagato gli effetti sui costi e sulla qualità della vita...

Vedi la lista completa

SCIENTIFIC NEWS

Settembre 2016

Follow up invasivo a lungo termine del BVS: risultati a cinque anni con molteplici modalità di imaging invasivo

Simsek C et al. EuroIntervention, 2016; 11:996-1003

A cinque anni, il BVS non è più visibile con qualsiasi metodo di imaging invasivo e la funzione endoteliale risulta ripristinata; inoltre l’allargamento del lume persiste fino a cinque anni di follow-up in assenza di rimodellamento vasale. 

Agosto 2016

Sicurezza ed efficacia clinica dell’impianto di stent medicati nel bypass di vena safena nei pazienti anziani. Risultati dal registro CathPCI (2005–2009)

Brennan JM et al. Catheter Cardiovasc Interv, 2016; 87(1):43-49

In questa ampia coorte di pazienti (età media 75 anni) sottoposti ad angioplastica di bypass venoso la mortalità per tutte le cause è stata più bassa tra quelli che hanno ricevuto uno stent medicato, e nessuna differenza di incidenza di infarto miocardico o rivascolarizzazione urgente è stata osservata a 3 anni.

Agosto 2016

Confronto tra clopidogrel o aspirina come monoterapia antipiastrinica dopo 12 mesi di doppia terapia antiaggregante, nell’era degli stent medicati

Park TK et al. Circ Cardiovasc Interv, 2016; 9:e002816

Questo studio osservazionale, condotto su 3243 pazienti sottoposti ad impianto di stent medicato, ha mostrato che dopo dodici mesi di doppia terapia antiaggregante, la monoterapia con clopidogrel sembra essere associata ad un ridotto rischio di ricorrenza di eventi ischemici. 

Agosto 2016

Significato dei valori intermedi dell’FFR nei pazienti con coronaropatia

Adjedj J et al. Circulation, 2016; 133:502-508

Lo studio condotto su 1450 pazienti con valore di FFR nella “zona grigia”, trattati con terapia medica o rivascolarizzazione percutanea, ha confermato la validità del cut off di 0.80 nel guidare la pratica clinica.

Vedi la lista completa